Biblioteca elettronica gratuita

Il sapore della memoria. Nel mondo di Gina Lagorio - Cetta Berardo

Potete trovare qui Il sapore della memoria. Nel mondo di Gina Lagorio pdf libro

PREZZO: GRATIS
FORMATO: PDF EPUB MOBI DOC
DATA: 09/07/2010
DIMENSIONE: 3,53
ISBN: 9788888849492
LINGUAGGIO: ITALIANO
AUTORE: Cetta Berardo

Descrizione:

Un'indagine nel mondo variegato di Gina Lagorio, uno scandagliare le pieghe del suo sentire e un ricreare le atmosfere dei luoghi da lei abitati e visitati. I sapori della memoria sono i fili del passato che riemergono, i "paesaggi dell.anima" come le Langhe, Cherasco o la Liguria e i legami con gli amici artisti. Da questa visione nasce la scrittura o meglio il "gusto di scrivere" in Gina Lagorio, un "piacere" secondo l'ottica di Roland Barthes, un modo per assaporare attraverso la parola che si fa suono, sinfonia, rappresentazione teatrale, le situazioni della vita. Parola che diventa pittura, parola che diventa forza: quella della vis polemica che ha contrassegnato la scrittrice, che l.ha resa testimone del suo tempo. Il filo conduttore del saggio è il significato del cibo, che unisce le tappe della vita della scrittrice e rappresenta il collante delle storie, assumendo valenze semantiche diverse: un modo per riannodare affetti, segno di identità, attaccamento alla propria terra, compensazione affettiva.

...o Lagorio è un personaggio e un testimone memorabile della Resistenza savonese e della politica locale ... Ad Alba si presenta il libro di Cetta Berardo "Il sapore ... ... . Uno che lotta fino alla Liberazione, ma anche uno che ragiona con la propria testa e che perciò, nel 1956, di fronte ai fatti d'Ungheria, lascerà il Partito comunista con una nobile e antiretorica lettera di dimissioni "…non penso con ciò di tradire quegli ... Storia, letteratura, salute e buona tavola. Sci alpinismo, Ilaria Veronese non nasconde le sue ambizioni: "Spero che i risultati ottenuti nella s ... Libro Il sapore della memoria. Nel mondo di Gina Lagorio ... ... . Sci alpinismo, Ilaria Veronese non nasconde le sue ambizioni: "Spero che i risultati ottenuti nella scorsa stagione siano un punto di partenza per me" Gina non si stanca di tessere l'elogio della memoria, perché l'uomo non è un fungo né un gatto e «Perdere la memoria - scrive - rimuoverla, stravolgerla, è un crimine che non ha assoluzione. Il futuro può nascere solo da chi ricorda e la memoria è premessa di libertà». La memoria, si sa, è la prima musa di chi scrive, memoria diretta o indiretta, autobiografica o eco collettiva, memoria di lunga cultura o memoria d'immediata innocenza sensibile. Gina Lagorio, Mi ricordo 1. Una donna nel mondo Furio Colombo, sceglie un titolo significativo per la sua Prefazione al recente volume, Le piccole patrie di Gina Lagorio); dopo l'intervallo, alle 11.40, sezione presieduta da Giorgio Barbieri Squarotti con Ilaria Crotti (Le finzioni della storia, la realtà della memoria: tra le mura stellate), Pietro Frassica (Il 'Bastardo' sulle rive del Delaware), Luigi Surdich (Un antieroe sabaudo: Don Emanuel di Savoia, il 'bastardo'). Il sapore della memoria. Nel mondo di Gina Lagorio. Le basi del cioccolato. Corsica. Con Carta geografica. Tecnica ospedaliera. Edilizia ed impianti delle strutture sanitarie. Selvaggia la bella di Auramala. Meet me alla boa. La ragazza che doveva morire. Millennium. 6. Ricordati di sorridere. Il sapore della memoria. Nel mondo di Gina Lagorio. O ridere o morire. Il divenire di una poetica. Il «logos veniente» di Andrea Zanzotto dalla «Beltà» a «Conglomerati ... Il sapore della memoria. Nel mondo di Gina Lagorio. La cortina di celluloide. La questione di Trieste nella cinematografia degli anni della guerra fredda. Gina Lagorio è indubbiamente scrittrice autobiografica. Tutto parte da una vita vissuta pienamente, a volte con dolore a volte con allegria, per farsi riflessione intensa sulla difficoltà di mettersi in relazione con il mondo e per riannodare i fili tra memoria e presente. Gina Lagorio, avida lettrice, scrive per conoscere ed impadronirsi del mondo. ina Lagorio, piemontese di nascita, ha vissuto a lungo in Liguria e ora abita a Milano. I suoi studi sono stati letterari e ha amato molto la poesia. Gina Lagorio ha scritto un libro molto bello sull'ascolto di sé e sull'educazione all'attesa - come superamento di ogni rassegnazione e stanchezza: «perché respiro ancora», una frase detta nel silenzio, nelle ultime pagine (e non sai bene se si tratti più di una «causale» o di una impossibile «finale»). Il sapore della memoria. Nel mondo di Gina Lagorio Il cioccolato da leggere Il caffè da leggere. Ha curato l'edizione dei seguenti volumi: Fanita English. Quaderno delle Giornate di studio di Lavarone Maria Teresa Romanini. Le arti della cura. Quaderno delle Giornate di studio di Lavarone Regina di cuoi Le più belle frasi di Gina Lagorio, aforismi e citazioni selezionate da Frasi Celebri .it Incontro con Gina Lagorio. Milano, 13 gennaio 2001 ore 10.30. In una freddissima mattinata di gennaio salgo al decimo piano di un elegante palazzo nel cuore di Milano. Ci accoglie Elsa la collaboratrice di colore che discretamente indica il divano e accende il giradischi su una tenue sonata per piano di Mozart. Gina Lagorio Nata a Bra nel 1922, Gina Lagorio ha vissuto in Liguria e successivamente a Milano, dove è scomparsa nel luglio del 2005. A Cherasco trascorreva lunghi soggiorni dedicati soprattutto alla scrittura e al riposo. È autrice di opere di narrativa, di saggistica e di teatro. Il sapore della memoria. Nel mondo di Gina Lagorio. Vademecum: bonus pensioni. L'incentivo per chi resta al lavoro. Guida pratica per valutare la convenienza della scelta. I delitti della gelosia. Good morning, Pristina! Diario di un giornalista radiofonico tra Kosovo e Serbia....